By / 12th gennaio, 2017 / Circolo Privato, Eventi, Hotel, News / Off

Guido Della Frera

Gennaio 2017: Milano Platinum Intervista Guido Della Frera, Pres. GDF Group S.p.A. e patron di Villa Torretta.

Guido Della Frera. Una vita tra arte, turismo e ristorazione

Guido Della Frera è il Presidente di GDF Group, una holding attiva nei settori turistico-alberghiero, immobiliare, sanitario e della ristorazione. Lo abbiamo incontrato in occasione dell’evento “Grand Chef Experience”, tenutosi a Milano lo scorso 1 dicembre nella prestigiosa cornice di Villa Torretta. Ed è in particolare della storia di questa straordinaria location alle porte di Milano che abbiamo chiesto a Della Frera di raccontarci.

410. Un numero importante sia per Villa Torretta sia per GDF.

Si, è un doppio anniversario: 10 anni dall’acquisizione e di gestione da parte del mio gruppo della storica struttura alle porte di Milano, oggi affermato Grand Hotel Villa Torretta, e anniversario della sua costruzione, su precedenti insediamenti medievali, da parte della Contessa Delia Spinola Anguissola che nel 1606 la inaugura come sua residenza milanese.

Di cosa si occupa GDF Group?

GDF Group SpA è una holding con oltre 600 collaboratori che opera nel settore immobiliare con la realizzazione di consistenti piani di insediamento a Lainate e Milano Affori, dopo aver  costruito, a Cinisello e Milano, il Polo Geriatrico Riabilitativo, la cui innovativa gestione ha formato la prima fase della crescita imprenditoriale nel settore sociosanitario. Il gruppo sta ora intensificando i suoi investimenti nel settore turitico-alberghiero.

Qual è la situazione attuale delle varie strutture alberghiere di GDF Group?

Grand Hotel Villa Torretta è lo storico fiore all’occhiello: l’imponente struttura gentilizia seicentesca ampiamente restaurata è stata rilanciata su uno standing internazionale elevato. Sta andando bene l’Ibis Milano Fiera a Lainate, costruito accanto al Polo Fieristico di Rho e all’area di Expo, con 120 camere di qualità a costi contenuti. Nel 2015 abbiamo inaugurato a Milano, nella zona di Viale Monza e sulla metropolitana rossa, Hilton Garden Inn Milan North, un 4 stelle con 193 camere e un moderno business center di 800 posti. Nell’anno abbiamo riaperto, dopo consistenti lavori di riammodernamento, Novotel Brescia 2, un 4 stelle business oriented con 120 camere, piscina, sale meeting e un brillante “gourmet”. Abbiamo aperto a Ponte di Legno l’Hotel Cristallo, un confortevole “boutique hotel” per il rilancio turistico del Tonale. Questa crescita ci ha permesso di guadagnarci il riconoscimento del premio Excellent 2016 per aver creato “un nuovo polo di eccellenza nell’accoglienza di qualità italiana”.

Ritorniamo alla storia di Villa Torretta: quali sono le fasi più importanti di un così lungo periodo?

Sin dal 400 le più affermate casate nobiliari milanesi si sono alternate nel possesso e nella gestione della villa: i Del Conte nel 500, gli Anguissola e i Marino nel 600, poi gli Spinola, i Serbelloni, i Visconti, i De Ponti,  tutti arricchendo la duplice funzione della struttura, residenza suburbana nobiliare e presidio del governo del territorio agricolo come grande fattoria che innova le produzioni e l’economia. Fino al decadimento nell’era industriale quando diventa cascina-dormitorio delle prime maestranze ruraloperaie della Breda.  Noi cerchiamo di mantenere viva questa caratteristica: centro di arte e storia, ma vivo, efficiente, competitivo nel moderno contesto economico.

Storia e naturalmente arte. Cosa si può ammirare oggi a Villa Torretta ?

Villa Torretta è tra le più ampie e belle residenze gentilizie della Lombardia che la Regione vorrebbe giustamente valorizzare come patrimonio dell’Unesco. Sono, come le ville venete, una opportunità anche per un’offerta turistica di qualità. Il complesso restauro e una gestione alberghiera innovativa hanno restituito il patrimonio storico e artistico di Villa Torretta alla fruibilità in un quadro economico sostenibile e positivo. Oltre la struttura architettonica molto vasta, con le due corti e il parco, meritano una visita i numerosi affreschi del 600 che adornano le camere, i grandi saloni delle feste, le sale del Ristorante Il Vico della Torretta, aperto alla città. Il FAI (Fondo Ambiente Italiano), lo scorso anno, ha indicato Villa Torretta tra i luoghi storici e artistici meglio recuperati a Milano. La chiesetta barocca all’interno dell’edificio è particolarmente ricca di affreschi e quadri di soggetti biblici di indubbio valore. Organizziamo visite guidate gratuite con esperti, una domenica al mese, per consentire di conoscere questo pezzo di storia di Milano. Vogliamo meglio ricostruire le vicende delle grandi famiglie nobiliari che vi hanno vissuto e il loro influsso sull’evoluzione dell’economia. Un pool di ricercatori universitari sta ultimando un libro sulla storia della villa e delle famiglie.

La Villa oggi è un Grand Hotel, con un ottimo ristorante e molto altro. Quanto è vitale oggi questa prestigiosa location?

È stata indicata come “miglior spazio per meeting ed eventi del Nord Italia” agli IMA 2016 e “miglior location alberghiera per congressi, eventi e incentive” al Best Location Award 2016. Le 78 camere tutte diversificate negli arredi e le 11 sale del Centro Congressi si sono meritate questi prestigiosi riconoscimenti per il fascino e le suggestioni che derivano dalla storia e dal patrimonio artistico. La gestione è moderna e innovativa puntando sulle tecnologie più avanzate, specie nell’Auditorium da 300 posti e le molteplici sale riunione nella parte nuova interamente ricostruita. Antico e moderno, arte ed efficienza, charme e professionalità si mescolano in una proposta che è vitale e competitiva, con uno standing internazionale di elevata ospitalità per il nuovo posizionamento di Milano nell’offerta turistica.

Quali eventi bollono in pentola per la Villa? Cosa ci attende nel 2017?

La gestione alberghiera ha la sua dinamica in trend positivo e continuerà nella costante qualificazione dei servizi e del personale. Stiamo studiando un’ipotesi di ricostruzione strutturale di una parte andata persa. La Villa non era aperta con la sua attuale pianta a doppia U ma chiusa come da testimonianze di archivio catastale e dalla logica del porticato signorile. Ma le difficoltà burocratiche sono tante, specie quando si tratta di voler fare e costruire. Vorremmo nel 2017 rilanciare le iniziative culturali della Associazione Circolo Villa Torretta con convegni, incontri di aggregazione per la diffusione di buone idee per la comunità e la modernizzazione della società. Anche questa è la mission storica di Villa Torretta. Non solo un bel posto per vivere e soggiornare, ma centro propulsore di idee ed iniziative, in dialogo con il territorio e le istituzioni per far crescere il bene comune.

Siamo concentrati per realizzare Il Piano Insediativo di Milano Affori, di fronte alla fermata della metropolitana gialla e delle Ferrovie Nord, che prevede la realizzazione di 300 appartamenti in classe A, in gran parte in edilizia convenzionata. Permetterà l’accesso alla casa in proprietà nel riqualificato quartiere di Milano a prezzi davvero competitivi e vantaggiosi (a partire da 2.290 euro al mq). Prevediamo nella seconda fase anche la costruzione di un nuovo Hotel. Proseguirà  l’incremento degli investimenti nel settore alberghiero con nuove acquisizioni, anche fuori dalla Lombardia, che stiamo perfezionando. L’obiettivo è di arrivare nel 2018 a superare le 1.000 camere nell’offerta integrata di gruppo.

Credits: Milano Platinum http://www.milanoplatinum.com/guido-della-frera-vita-arte-turismo-ristorazione.html